Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Audiolibri: come leggerli in modo coinvolgente

Gli audiolibri in America, sono considerati un modo intelligente di trasformare la propria auto, in un luogo di formazione o di svago. Forse anche tu avrai sfruttato al meglio il tempo trascorso al volante, ascoltando audiolibri. Ma oltre alla qualità del contenuto, ti sei soffermato sulla qualità del narratore?

Gli audiolibri fanno risuonare le parole dell’autore e ci fanno tornare all’infanzia, quando amavamo ascoltare storie e, oggi come allora, finire a capofitto dentro l’universo dell’autore. Per riuscirci però, non basta avere una bella voce, bisogna possedere le caratteristiche di un vero narratore.

La narrazione è la base di un audiolibro di qualità. Detto così, sembra una banalità, ma nemmeno il miglior libro del mondo reggerà con una narrazione scadente, opaca. Al contrario, un libro scadente potrebbe trovare un bravo narratore che magari ne migliorerebbe la qualità! Anche nel caso degli audiolibri, occorre il giusto equilibrio tra valore artistico e qualità tecniche.

Un bravo narratore di audiolibri:
che caratteristiche deve avere?

  • Suonare credibile quando racconta lo stato d’animo dei personaggi, anche di sesso o età diversi dalle sue.
  • Articolare bene e appoggiare adeguatamente sulle parole che lo richiedono nel testo.
  • Essere coinvolgente, mantenendo l’ascoltatore sempre attento e dare vita alla storia con la sua interpretazione.
  • Differenziare le voci e i personaggi ma soprattutto ricordarsi di come aveva reso un personaggio minore comparso all’inizio e magicamente riproposto dall’autore molti capitoli dopo!

Sull’ultimo punto, ci sono pareri discordanti. Infatti non esiste un unico modo di intendere gli audiolibri. Qualche casa editrice preferisce un racconto asciutto, poco interpretato, altre invece prediligono una interpretazione ricca di trasporto.

Per ascoltare qualcosa con la mia voce guarda questa pagina!

Anche la musica può essere un fattore importante. la prossima volta nota se è presente e in che quantità.

Forse non conosci Jim Dale, ma è il narratore di tutti gli audiolibri di Harry Potter in versione inglese: hai presente quanti personaggi ci sono in tutta la saga?

E’ una bella sfida non credi?

Prova a leggere qualche capitolo di un tomo qualunque della saga registrandoti e poi riascoltandoti!

audiolibri

Eppure rendere in modo efficace l’emozione di un personaggio e le intenzioni dell’autore dovrà diventare per te una questione di routine, anche perché se il testo da leggere è lungo, dovrai essere anche veloce e sbagliare il meno possibile, per non rendere la registrazione eterna, anche perché se sfori troppo con i tempi previsti dallo studio di registrazione, stai sicuro che non ti chiameranno più!

Jim Dale dice che le caratteristiche principali di un narratore professionista sono la sensibilità naturale, padroneggiare le sfumature e cogliere il significato sottinteso delle parole. Avere una dizione corretta è scontato!

Molto spesso gli audiolibri sono letti a “prima vista”. Quindi la grande capacità dell’attore è anche quella di leggere qualche passo avanti con la coda dell’occhio per sapere cosa dovrà dire, e come.

E’ un po’ come se cervello e parola viaggiassero disallineati. Pensi che sia faticoso?

LO E’! Tutto questo richiede anche grande concentrazione. Se ti sei distratto nella lettura di questo breve articolo… hai ancora molto su cui lavorare 🙂

Non c’è bisogno di ricordarti che i libri… sono lunghetti. Quindi per leggere un libro in media ci vogliono dai 3 ai 6 turni di doppiaggio. Ecco un’altra caratteristica: devi avere resistenza e saper economizzare al meglio le tue forze (soprattutto vocali).

Per diventare un narratore di audiolibri efficiente, dovrai saperti calare nella storia, nel contesto, per diventare in grado di guidare l’ascoltatore, dando il senso di quello che leggi, portandolo con te nel regno dell’immaginazione.

Stretta la foglia larga la via….