Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Lavaggio nasale: valido non solo per i neonati

Quando iniziano i primi freddi,e quando i primi raggi del sole ci spingono a scoprirci troppo, diventa ancora più importante fare attenzione a preservare la voce, ma stavolta voglio parlarti di come mettere al riparo le tue mucose. Infatti l’aria viziata o inquinata, gli sbalzi termici, l’indebolimento delle difese immunitarie a causa dei primi freddi, possono farci venire  raffreddori, bronchiti e potresti persino restare senza voce! Perciò oggi ti voglio parlare di una pratica che ho sentito utilizzare alle mamme coi neonati, ma che può fare bene anche a te che ci tieni alla voce: il lavaggio nasale!

lavaggio nasale

In rete si trovano vari video, dacci un’occhiata, io ho scelto questo.

Le prime volte ti sembrerà di affogare, non è una bella sensazione. Continuando… anche. Devo dire che il pizzicorio che senti è proprio fastidioso. Per questo ti consiglio di leggere tutto l’articolo. Alla fine ti svelerò il mio metodo soft (ma efficace)

Quali sono gli effetti positivi del lavaggio nasale?

  • respirare meglio (ti assicuro che noterai la differenza, anche se ti sembrava di respirare bene già prima)
  • evitare che il muco scenda in gola e la irriti. Sentire qualcuno che si schiarisce continuamente la voce è fastidioso e purtroppo ottiene l’effetto contrario, irritando ulteriormente la gola
  • evitare i depositi nei bronchi e i disturbi che ne conseguono
  • migliorare la qualità della voce.

Cosa ti serve per effettuare il lavaggio nasale:

  • il contenitore col beccuccio, si chiama neti lota e costa intorno ai 5€
  • acqua calda (temperatura corporea) o soluzione fisiologica a cui aggiungerai del sale grosso, indicativamente due cucchiaini per 1 litro d’acqua.

Ricordati di pulire bene il recipiente dopo l’uso, la volta successiva rischieresti di farti un lavaggio nasale con un contenitore che di stantio o peggio di muffa, bleah.

Prova a fare il lavaggio nasale per una settimana al mese e nei periodi a rischio: cambio di stagione, ecc.

Se vivi in città o comunque in un ambiente poco salubre, il lavaggio nasale diventa ancora più importante e scoprirai quanto è piacevole respirare bene!

Prova per almeno una settimana e poi scrivi nei commenti la tua esperienza.

Ok. Hai provato? Non vale devi provare e poi scrivere qualche commento.

Va bene ecco la mia versione del lavaggio nasale. Prendi una garza pulita, prepara un infuso di camomilla romana. Non è la camomilla per fare la nanna. La trovi solo in erboristeria. Bagna la garza nel liquido, strizzala un pochino, in modo che non ti sgoccioli addosso o al massimo usa un piattino. Mettitela sotto il naso e inizia a inspirare.

Puoi farlo anche guardando la TV (non è fondamentale). In questo modo respirerai goccioline d’acqua con camomilla romana!!!

Io mi trovo molto bene con questo metodo, non è invasivo come infilarsi una caraffa nel naso ma ha il difetto di essere un processo più lungo. Dedica al lavaggio nasale con garza almeno 20 minuti .

Valuta cosa ti piace di più e poi fammi sapere come sta il tuo naso dopo il lavaggio nasale!